NEWS     GALLERY     CONTATTI     ASSOCIAZIONE ALUMNAE     IT | EN     Facebook

LE DONNE: EMPOWERMENT E LEADERSHIP

HOME | CULTURA E ACCADEMIA | LE DONNE: EMPOWERMENT E LEADERSHIP

«Ha fretta, scappa con i progetti sotto il braccio: questa mecenate senza retorica, che riesce a imporsi ad architetti e burocrati in nome della cultura e della vera emancipazione femminile».

Un ritratto fulminante della Fondatrice Sandra Bruni Mattei a cui è intitolata l’Aula Magna del Collegio Nuovo. Uno spazio, rinnovato nel 2004, che ha visto sin dalla fondazione del Nuovo passare molte personalità della cultura e delle professioni, uomini e, via via, sempre più numerose, donne.

La prima compare sin dall’anno di inaugurazione dell’attività culturale (a.a. 1979‐80).
A tenere una relazione sulla prevenzione in Neonatologia fu infatti la prof. Francesca Severi, (Università di Pavia), seguita due anni dopo dalla prof. Adriana Della Casa (Università di Genova) con una lezione sulla “Psicologia femminile nell’Eneide”: il primo intervento in Collegio tenuto da una donna proveniente dall’ambito umanistico‐letterario.
Bisogna aspettare il 1985 per vedere crescere la rappresentanza femminile sul palco della sala conferenze. E che donne, quell’anno: la filologa e scrittrice Maria Corti, “madre” del Centro Manoscritti dell’Università di Pavia e la storica dell’arte Rossana Bossaglia che un lustro dopo condusse in Collegio un memorabile incontro con l’architetto Gae Aulenti.
L’anno successivo fu la volta di tre scrittrici, Lalla Romano, Paola Capriolo e Gina Lagorio, le prime di una lunga e preziosa schiera che, passando da Fernanda Pivano, Alda Merini, Simonetta Agnello Hornby, arriverà a Dacia Maraini, Michela Murgia e Silvia Avallone.

Con il nuovo millennio il Collegio comincia anche a proporre seminari più specifici dedicati all’orientamento ed empowerment femminile. Nell’anno acc. 2004‐05, con il turno di Presidenza della Conferenza dei Collegi Universitari di Merito da parte della Rettrice del Collegio, Paola Bernardi, e con l’entrata attiva nella rete internazionale dei college femminili Women’s Education Worldwide (WEW), sono state promosse diverse iniziative specificamente dedicate alla “formazione al femminile”.

Con il coinvolgimento di figure come il Nobel Rita Levi Montalcini, e, meno di recente, Margherita Hack, consulenti, studiosi e opinion leader come Maria Cristina Bombelli e Paola Profeta, Roger Abravanel, Maurizio Ferrera, Maria Latella e Barbara Stefanelli, politiche e advisor come Lella Golfo, Barbara Pollastrini e Cristina Molinari, il Collegio Nuovo punta sempre sull’empowerment femminile. E lo fa anche attraverso network: da Valore D a Fondazione Marisa Bellisario, da AIDDA (con la Presidente Franca Audisio Rangoni) a Pari o Dispare, con l’obiettivo di una leadership condivisa, uomini e donne, insieme.

Scopri di più:

Puntare sul “valore D”, in Italia, al Collegio Nuovo

Women’s empowerment: il Collegio Nuovo e le reti internazionali

Collegio Nuovo | Fondazione Sandra e Enea Mattei | Pavia | C.F. 80015430186