SOS Computer e Questioni di sicurezza

Due appuntamenti con l’ing. Roberto Marmo: il primo (15 maggio, ore 21  – in presenza) per risolvere i problemi più comuni con il computer; il secondo (20 maggio, ore 21 – on line) per proteggere i propri dispositivi, dal personal computer allo smartphone.

Iscrizione riservata alla comunità collegiale del Nuovo per cui gli incontri sono accreditati nell’ambito dell’attività formativa interna:

entro il 12 maggio per SOS Computer

entro il 19 maggio per Questioni di sicurezza


Cancel culture. Il caso dei classici

«L’idea alla base della cancel culture è […] la puerile pretesa di rimuovere tutto ciò che non si conforma, in ogni suo aspetto e manifestazione, ai valori e ai modelli del presente, pagando il pedaggio a una dittatura dell’oggi assunto a letto di Procuste sul quale misurare – e se del caso, cioè quasi sempre, amputare – tutta la cultura del passato»

(M. Lentano, Classici alla gogna. I Romani, il razzismo e la cancel culture Salerno 2022)

 

Si terrà lunedì 22 aprile 2024 (ore 21) la terza edizione della Lecture intitolata al Prof. Emilio Gabba, con cui il Collegio Nuovo continua a onorare la figura dell’illustre Professore di Storia Romana, Accademico dei Lincei – autorevole Consigliere del Collegio sin dal 1981.

Per oltre vent’anni il Professore ha offerto alle studentesse del Nuovo, oltre che al pubblico dei suoi estimatori (non solo letterati e storici), lezioni in cui teneva a legare i temi del passato alla contemporaneità, offrendo nuove prospettive sul mondo classico.

In questa edizione della Lecture si passa a un tema che mette fortemente in discussione la stessa cultura classica, al punto di arrivare a metterla all’indice: la cancel culture.

Ce ne parlerà il prof. Mario Lentano, latinista, membro del Centro di Antropologia e mondo antico dell’Università di Siena fondato e diretto da Maurizio Bettini, relatore della passata edizione della Lecture. Lo farà a partire dal suo eloquente saggio-pamphlet Classici alla gogna. I Romani, il razzismo e la cancel culture (Salerno 2022), dichiaratamente un’opera di militanza come si intende sin dalla stessa prefazione dell’autore che così giustifica la collocazione della sua opera nella collana Aculei diretta da Alessandro Barbero.

A conversare con Mario Lentano, l’autore di un libro altrettanto eloquente nel titolo (La cancel culture nel discorso geopolitico contemporaneo, Edicusano 2023), con uno sguardo attento che abbraccia il tempo – dagli Egizi a Black Lives Matter – e lo spazio – dalle tormentate regioni ancora in conflitto sino allo spazio digitale dove si consumano guerre culturali: Guido Bosticco, giornalista e studioso del linguaggio e del suo rapporto con il potere. Oltre a collaborare con l’Università di Pavia, Guido Bosticco è membro del Comitato Etico della Fondazione Umberto Veronesi e co-direttore della Vittorio Dan Segre Foundation, una istituzione che ha come obiettivo la promozione della cultura della convivenza tra identità diverse.

L’incontro si tiene  in presenza (Aula Magna del Collegio Nuovo, v. Abbiategrasso 404, Pavia) e in remoto. È obbligatoria la registrazione entro il 21 aprile per la partecipazione in presenza; entro il 22 aprile, ore 18.30 per chi desidera collegarsi da remoto. L’evento è trasmesso anche in diretta Facebook su @collegionuovopavia.

L’iniziativa rientra, su conferma eventuale del singolo Collegio interessato membro della CCUM, nelle attività formative riconosciute. L’incontro è accreditato per gli allievi IUSS nell’ambito delle attività Extra-Classe dei Corsi ordinari.


Abilità nel comunicare cattive notizie

Il Collegio Nuovo è sempre stato molto attento anche ai temi della comunicazione medica.

Il focus che viene offerto con questo ciclo è su come gestire questo aspetto in situazioni particolarmente critiche sia per i destinatari (pazienti e famigliari, bambini, anziani) sia per i contesti (anche in setting di emergenza), oltre che per il contenuto stesso (malattie con prospettive infauste, per le future condizioni di vita fortemente mutate o per l’avvicinarsi rapido di un decesso).
Come cambia poi la comunicazione se il medico stesso ha subito un trauma fisico o psicologico?

Oltre al prof. Giovanni Ricevuti, geriatra dell’Università di Pavia, interveranno Riccardo Biella (Istituto europeo di Psicotraumatologia e Stress Management), Silvia Bergonzoli (Università di Pavia) e Michela Sala, psichiatra (ASL AL),  autrice di Il custode. Il vantaggio di essere molto piccoli (Sugarco 2024) e Alumna del Collegio.

Iscrizione riservata alle collegiali del Nuovo – area Medicina e Farmacia (entro l’8 aprile 2024) per cui il corso è accreditato nell’ambito dell’attività formativa interna.


Clinical Skills

Torna, ancora con la supervisione del Prof. Giovanni Ricevuti, il ciclo di Clinical Skills, coordinato dalla nostra laureanda in Medicina, Manuela Bartolacci.

Una occasione per “esercitare” quella professione medica per la quale buona parte della comunità collegiale del Nuovo sta studiando. Si affronteranno casi particolari, legati al tema della medicina di montagna, ma anche attività più correnti come l’esame obiettivo generale e quello neurologico. Con simulazioni e… strumenti veri!

Iscrizione riservata alla comunità medica del Nuovo  (entro il 10 aprile 2024) per cui il corso è accreditato nell’ambito dell’attività formativa interna.


Conquistarsi il diritto di scrivere

«“Ma lo sai cosa vuol dire scrivere?” […] “No, e allora te lo dico io. Significa tornare lì, al punto esatto del dolore, al punto esatto dei denti che ti lacerano, in quel dolore che diventa eterno perché, per raccontarlo, deve eternarsi in ogni attimo su cui ti soffermi, in ogni parola che scegli, perché le parole sono spesso sbagliate, non rendono, non sono abbastanza evocative, e tu stai lì, nel dolore, per raccontare il dolore, per dirlo con una parola che non è mai quella giusta, si avvicina, ma non è quella giusta”»

(T. Ranno, Avevo un fuoco dentro. Storia di un dolore che non si può dire Mondadori 2024)

Martedì 16 aprile 2024, alle 21, arriva per la prima volta al Collegio Nuovo la scrittrice Tea Ranno, con un romanzo – memoir che parte da una esperienza personale per arrivare a sensibilizzare su un tema di salute femminile molto sottovalutato. Si tratta di un racconto – importante – che porta alla luce il dolore indicibile di una malattia cronica, subdola e diagnosticata con difficoltà, l’endometriosi.

C’è non poco altro che si intreccia con questo dolore che in Avevo un fuoco dentro Tea Ranno ha provato a “dire”, far uscire dalle pagine appena pubblicate da Mondadori.

I lettori troveranno anche una interessante narrazione della nascita di una scrittrice che, con determinazione e tanto lavoro, ha saputo conquistarsi un suo pubblico di affezionati.

A condurre l’incontro Anna Modena, già docente di Letteratura contemporanea (Università di Pavia).

L’incontro si tiene  in presenza (Aula Magna del Collegio Nuovo, v. Abbiategrasso 404, Pavia) e in remoto. È obbligatoria la registrazione entro il 15 aprile per la partecipazione in presenza; entro il 16 aprile, ore 18.30 per chi desidera collegarsi da remoto. L’evento è trasmesso anche in diretta Facebook su @collegionuovopavia.

L’iniziativa rientra, su conferma eventuale del singolo Collegio interessato membro della CCUM, nelle attività formative riconosciute. L’incontro è accreditato per gli allievi IUSS nell’ambito delle attività Extra-Classe dei Corsi ordinari.


Personal care

Cosa è il “personal care” e come si può declinare?

“Sogniamo di creare un futuro in cui nessuno debba lottare contro la neoplasia da solo. Con la creazione di una fondazione dedicata e il supporto del nostro team di personal care già attivo sul territorio, miriamo a fornire cure gratuite a domicilio per tutti i malati di neoplasia. Pax32 è più di un marchio di moda; è un movimento che abbraccia la compassione, la solidarietà e la speranza per un futuro migliore per tutti”.

Venite a conoscere Claudio Matarrese e Fabrizio Caudana, ideatore e fondatore di Pax32.

Iscrizione riservata alla comunità collegiale del Nuovo  (entro il 10 aprile 2024) per cui il corso è accreditato nell’ambito dell’attività formativa interna.


Media Education. Teoria e tecniche

Anche quest’anno si propongono le lezioni e i laboratori di Media education. Teoria e tecniche  con la docenza e la supervisione di Maria Assunta Zanetti, docente di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso l’Università di Pavia e membro del Comitato Scientifico del Collegio Nuovo. Con lei Alexandra Berndt  del Centro Educazione Media (CEM). I laboratori video sono curati da Riccardo Sannino e  Matteo Bracco (CEM)

Iscrizione riservata alla comunità collegiale del Nuovo  (entro l’8 aprile 2024) per cui il corso è accreditato nell’ambito dell’attività formativa interna della comunità collegiale (Lettere e Filosofia) del Nuovo.


Gent International School in Italian Studies

Torna al Collegio Nuovo la Gent International School, promossa in collaborazione con il Collegio dal 2014, grazie all’impulso dell’Alumna Mara Santi.

Una delegazione di studenti dell’Università di Gent seguirà lezioni nella Sezione laureati del Collegio, con una Faculty mista tra docenti di UniPV e dell’Università belga.

Fumetto, teatro, letteratura, moda, laboratori di poesia, visite a Musei e al Centro Manoscritti di Pavia: un programma tanto vario quanto intenso.

Iscrizione riservata alla comunità collegiale del Nuovo (studentesse di Lettere e Filosofia)  per cui le lezioni e le visite al Centro Manoscritti e al Museo del Novecento sono accreditati anche nell’ambito dell’attività formativa interna della comunità collegiale del Nuovo.

 


Storytelling multimediale

Sono aperte le iscrizioni per il Laboratorio delle competenze trasversali Storytelling multimediale, tenuto dal giornalista Luca Mastrantonio (vice caporedattore del “Corriere della Sera) e organizzato dal Collegio Nuovo – Fondazione Sandra e Enea Mattei nell’ambito del Progetto Università nei Collegi promosso dall’Università di Pavia insieme ai Collegi di merito e EDiSU.

Iscrizione riservata alla comunità collegiale del Nuovo  (entro il 4 aprile 2024) per cui il Laboratorio è accreditato anche nell’ambito dell’attività formativa interna della comunità collegiale del Nuovo.

Comunicato stampa  – per studenti UniPV


La donna della bomba atomica

«Ero la migliore, sapevo di esserlo e sapevo di doverlo dimostrare ogni minuto. […] Lavorare in un posto del genere voleva dire essere messa su un asse orizzontale di gerarchia, c’era la possibilità di emergere grazie al proprio talento. Il massimo a cui io potessi aspirare, in quanto donna. Comunque, c’era sempre qualcuno che me lo ricordava, il fatto di essere donna. […] In realtà ero la migliore delle donne e degli uomini possibili, in quel momento.»

(da G. Greison La donna della bomba atomica. Storia dimenticata di Leona Woods, la fisica che lavorò con Oppenheimer, Mondadori 2024)

 

Martedì 19 marzo 2024, alle 21, al Collegio Nuovo – Fondazione Sandra e Enea Mattei di Pavia, va in scena la Fisica, con una storia non più dimenticata grazie alla scrittrice, attrice, divulgatrice scientifica, di formazione fisica nucleare, Gabriella Greison.

Si tratta di uno spettacolo tratto dal suo ultimo libro La donna della bomba atomica. Storia dimenticata di Leona Woods, la fisica che lavorò con Oppenheimer (Mondadori 2024): si proporrà una versione ridotta rispetto a quella al momento in tournée, per consentire anche un breve spazio a un dialogo con il pubblico in sala.

Gabriella Greison stessa, infatti, costituisce una storia da raccontare, quella che la ha portata alla definizione “rockstar della fisica”, per la sua intensa opera di divulgazione su diversi media, dalla televisione alla radio, da podcast a libri (ricordiamo solo, per rimanere in un tema che le sta a cuore, Sei donne che hanno cambiato il mondo Boringhieri, 2017).

Visitate: https://greisonanatomy.com/

 

L’incontro si tiene solo in presenza (Aula Magna del Collegio Nuovo, v. Abbiategrasso 404, Pavia). È obbligatoria la registrazione entro il 14 marzo; il 15 marzo saranno inviate le mail per la eventuale conferma del posto.

L’iniziativa rientra, su conferma eventuale del singolo Collegio interessato membro della CCUM, nelle attività formative riconosciute. L’incontro è accreditato per gli allievi IUSS nell’ambito delle attività Extra-Classe dei Corsi ordinari.